sabato, 22-09-2018 09:45

A Fano nuovo servizio di Poste Italiane.


Si è svolto ieri nella sede muncipale del Comune di Fano l’incontro tra il Sindaco Massimo Seri e i responsabili locali di Poste Italiane per presentare il nuovo modello di recapito che interesserà il territorio a partire dalla prossima settimana. Le nuove modalità di consegna, prevedono tra le principali novità, la distribuzione di lettere e pacchi nelle fasce pomeridiane, fino alle 19.45 e il sabato.

Fano, terza città delle Marche, – ha dichiarato il Sindaco Seri – sarà il primo centro a sperimentare nella nostra provincia questo nuovo servizio che dimostra tutta l’attenzione che Poste Italiane pone nei confronti della nostra città. Qualsiasi innovazione che Poste Italiane ha messo in atto con l’obiettivo di stare al passo con il mercato e con le esigenze della clientela deve trovare negli Enti locali, e dunque nel Comune di Fano, tutto il favore e il supporto possibili, nella consapevolezza che tale interventi contribuiscono certamente a migliorare la qualità della vita dei cittadini, senza trascurare i vantaggi che portano sul piano occupazionale”.

Grazie anche all’Accordo sottoscritto con le Organizzazioni Sindacali nazionali lo scorso 8 febbraio, il nuovo modello di recapito, che supera quanto avviato negli anni scorsi in altri territori d’Italia, prevede la consegna quotidiana e serale attraverso due reti distinte ma integrate tra loro.

La prima rete, denominata di base provvederà ogni giorno alla consegna della corrispondenza sulla propria area di competenza per tutti i prodotti postali (ad esempio le comunicazioni delle utility, l’editoria, la Posta 1, etc). Ad essa si aggiunge una seconda rete, denominata Linea Business che opererà anch’essa quotidianamente e che sarà maggiormente orientata alla consegna dei pacchi e dei prodotti e-commerce, anche in fasce orarie pomeridiane (fino alle ore 19.45) ed il sabato. Ciò consentirà una risposta più efficace alle mutate esigenze dei cittadini



In un contesto di sviluppo del mercato dell’e-commerce da una parte, che si è tradotto nella movimentazione di circa 40 milioni di pacchi sulla rete distributiva di Poste Italiane nel 2017 e dall’altra di una generalizzata riduzione di utilizzo della posta tradizionale, l’Azienda intende valorizzare appieno le caratteristiche uniche della propria rete distributiva attraverso l’introduzione di un nuovo modello di recapito.

Il nuovo modello di recapito non coinvolgerà gli Uffici Postali presenti nel territorio.