giovedì, 26-11-2015 12:17

Xilografie giapponesi in mostra al Teatro della Fortuna in occasione di "Madama Butterfly"


Dante Piermattei, Paola Fazi e Stefano Marchegiani e dietro alcune delle xilografie in mostra.

E' stata presentata dall'assessore alla Cultura del Comune di Fano, Stefano Marchegiani la bellissima mostra di xilografie  (riprodotte in ingrandimento da un esemplare patinato e liso dall'usura del tempo conservato all National Diet Library di Tokyo) di Utagawa Kunisada allestita nel  foyer del Teatro della Fortuna in occasione dell 'opera lirica di Giacomo Puccini "Madama Butterfly" che andrà  stasera e domani, 27 novembre 2015.

 Un'idea nata da Dante Piermattei  che nello spirito di favorire la riscoperta e studio della figura del marchigiano  Antelmo Severini ( Arcevia 1828 - Corridonia 1909) che a Firenze pubblicò la prima traduzione italiana dell'opera letteraria  L'Ukiyo-gata rokumai byobu intitolata "Sei paraventi a regola della fugace vita" di Tanehiko Ryutei, ha voluto riscrivere del tutto liberamente il testo , di prossima pubblicazione,  intitolato "Cronografia di un amore al tempo della fugace vita".

"Un modo - ha detto il vice-sindaco Marchegiani - per far nascere iniziative di amichevole incontro tra Istituzionie organismi italiani e giapponesi nel campo della cultura e del turismo. Abbiamo infatti invitato alla prima della Butterfly l'ambasciatore giapponese in Italia che per altri impegni non potrà partecipare ma si è detto disponibile ad avviare un nuovo rapporto di amicizia con la nostra città".

"Una lunga tradizione orientale è presente nella  nostra regione - come ha ricordato Paola Fazi dell'Università dei Saperi che ha accolto la collaborazione all'iniziativa - e che credo che debba essere valorizzata. Così come è importante che le assocaizioni culturali della nostra città lavorino in sinergia al fine di proporre un'offerta  culturale semrpe più amplia e ricca".

Una mostra da visitare che è stata possiblerealizzare con il contributo della   Fondazione Teatro della Fortuna grazie alla disponibilità della Presidente Catia Amati, dell'Università dei Saperi, dello scrittore Dante Piermattei che hanno lavorato con entusiasmo al progetto dell'asessorato alla Cultura del Comune di Fano.